29/11/11

Lucerne, Luzern



(mio Dio, che spavento, un post al giorno…)

Ha aperto non da poco (un mese e dieci giorni precisi) il concorso interno al Festival annuale Fumetto di Lucerna. L'anno scorso (oltre a Silvia, che continuiamo a citare con frequenza impressionante) hanno partecipato e presenziato la signorina Mathilde Van Gheluwe e l'altra signorina Chloé Alliez, che si sono classificate rispettivamente al primo e al secondo posto.
Il concorso è naturalmente un concorso di fumetto, ed è abbastanza rilevante in quest'ambito (così come quello di Angoulême, che ci siamo dimenticati di citare...il festival pare si tenga dal 26 al 29 gennaio). La scadenza è il 9 gennaio 2012 (fa fede il timbro), e il tema di quest'edizione è "In movimento". Qua il simpatico bando (in lingua inglese, ma c'è anche in francese per chi, come me, fa finta di conoscerlo).

Oltre a parteciparci è da prendere in considerazione l'idea di andare a vedere il festival (prima o poi, visto che Lucerna è, com'è prevedibile, tipo la città più costosa del mondo e che abbia tutti voglia di avere un salvadanaio, negli ultimi tempi), durante il quale la città (che pare essere bellissima e mostruosamente pulita) si riempie di eventi e mostre varie (tra le quali, naturalmente, la mostra dei selezionati al concorso).

28/11/11

Sì*metrica

Il Teatrino Clandestino, realtà teatrale fondata da tale Fiorenza Menni con sede a Bologna, indice, complice il comune di Bologna, un concorso diretto ai giovani artisti artistoidi per addobbare con un'installazione la porta ad oggi giallo fotonico dell'atelier in cui l'associazione ha casa base, lo Spazio Sì. L'opera dovrebbe essere messa in piedi in concomitanza con l'apertura di Arte Fiera, ed è quindi un progetto che si inscrive in tale contesto. Qui c'è il gran bando di concorso, la cui data di scadenza è ahimè fissata al 17 dicembre, data relativamente vicina se si considera che è un'installazione che va progettata.

Marcello Spada, 2011 - 1^ edizione di Sì*metrica

26/11/11

Santuario



The Shrine / An Argument from Sean Pecknold on Vimeo.

PS: la ormai da tutti sentita almeno nominare Silvia dovrebbe esporre un'incisione iperfiga qua, come si diceva nello scorso post, quindi siamo tutti felici e le facciamo della pubblicità!
Inoltre, se vi dovesse capitare di passare per Paris agli inizi di dicembre (se vi capita ditelo, così noi altri possiamo essere invidiosi di qualcuno), in occasione del Salone del libro, è anche tempo di notre fil rouge, una collettiva di illustrazione tutte donnine, tra cui la già citata Silvia, le immancabili Giulia, Sarah e Cristina di Teiera, e l'ormai fantomatica Bianca, di Delebile.

Locandina di Francesca Capellini

18/11/11

Cose non fatte da andare a vedere

Print about me è un concorso di grafica contemporanea all'apparenza molto figo ma che è praticamente già scaduto (la scadenza è il 20 novembre, dopodomani). Ma non ci perdiamo d'animo perchè questo (oltre a farci spulciare gli spazi dell'Associazione Arteco e di Inamorarti) ci mette anche curiosità sufficiente per farci comprare un biglietto del treno (o più biglietti del treno, considerando la difficoltà dei collegamenti) per andare a Torino a vedere cosa e come è stato organizzato, dal 16 al 18 dicembre.



Istruzioni per la costruzione di una casetta indie



TRANSA | Iglu Bauanleitung from Sooli Entertainment

(La tag architettura dovevo mettercela)

15/11/11

Dovete venirci



Ormai lo sanno tutti, ma visto che abbiamo un blog apposta (e che è pure un po' trascurato), non si perde occasione per far della pubblicità! Questo mercoledì 16 novembre (ovvero domani), alle 18:00/18:30 (dipende se leggete l'ufficiale invito su facebook o l'ufficiale invito sul flyer) inaugura Inuit, l'associazione culturale di divulgazione dell'autoprodotto fondato in primis da alcuni Delebili, in collaborazione con Marco Tavarnesi aka Sospensorio e membri sparsi de La Trama e di Teiera (giuro, basta con i link). Interessatevi non solo perché (promettono sull'invito) ci sarà taffio e annaffio in quantità il giorno dell'apertura, ma anche perché, se decidete di autoprodurre cose ultrafighe (sarò sincera, par proprio che la qualità delle affluenze sia grande), questo minuscolo negozietto in via Petroni 19/c  potrebbe essere una delle tappe in cui lasciare la vostra roba, insieme a Modo Infoshop e allo Squadro (touchée, avevo promesso basta link...).
Interessatevi anche perché, oltre a venderci cose, ci si organizzano pure mostricine (piccine picciò anche loro perché c'è poco muro), la prima delle quali dedicata a Ernest, altri indipendentissimi soggetti.

Quindi, insomma, stringendo, venite che così cogliamo pure l'occasione per dirci ciao.

14/11/11

Arti applicate (a)

Quasi tutto è declinabile in qualunque salsa e per qualunque scopo, basta solo trovare il modo di farlo. Marjorie Taylor e Karen Norberg lavorano di ferri, telai, nodi, ago e filo per tirar fuori delle riproduzioni il più scientificamente fedeli agli EEG e alle scansioni TAC. Così si apre questo Museum of Scientifically Accurate Fabric Brain Art.

The knitted brain, Karen Norberg

04/11/11

ifttt

esatto...
il titolo di questo post è proprio ifttt
che è l'acronimo di "if this then that" (se questo allora quello)
Sto parlando di un nuovo modo di creare sinergie tra i diversi social network o servizi della rete!

nell'introduzione del sito è già tutto spiegato
facciamo lavorare internet per noi!

che ne pensate?

ciao ciao

03/11/11

È un vestito da sposa!

Ok, questo mi piace moltissimo, ma non mi fa assolutamente venire fame! È il sito di Maggie Austin, che prepara delle torte che sono alla stregua dei ritagli di carta postati ieri. Ha cominciato come ballerina (credeteci) e credo si veda tantissimo. Aggiungiamoci che è anche particolarmente brava a far foto ai dolci, non ci si meraviglia che le sue torte partano da 800$ a salire (ed ogni torta è fatta su misura per il committente).
Non so sinceramente come facciano a mangiarle, io avrei i sensi di colpa per una settimana!



Le foto sono sempre sue.

02/11/11

Cose di carta

In stand by da 10 mesi ma vale la pena di vederlo. Si chiama mein™inspiration, ed è un blog che raccoglie cose di carta (libri pop up, stop motion, installazioni), spesso semi irrealizzabili dai comuni mortali...roba che piace molto a Luigi, insomma.

Cloud walk di Yu Jordy Fu